Gli abiti autonomi di Ying Gao.

ying gao 1

ying gao 2

Bello.

Ying Gao non può essere definita semplicemente una designer o ancor meno una stilista. Qualcuno la definisce un’artista, io preferisco sperimentatrice, che non è affatto da meno, al contrario, assume in sè una delle caratteristiche dell’arte, ma a volte riesce ad andare addirittura oltre. Ying lavora con elementi artificiali: sensori, led e altri strumenti tecnologici sofisticatissimi ed elementi naturali: luce, aria, suono. Questo, ai miei occhi, fa di lei una sorta di alchimista visionaria e allo stesso tempo concreta.  Una di quelle cose da perderci la testa.

I suoi abiti si trasformano, si muovono.  Respirano.  E non è un modo di dire: sono abiti che reagiscono all’aria e alla luce come strani fiori di altri mondi, che sembrano avere una vita propria, con all’interno un cuore pulsante di luce.

La cosa incredibile è che questi abiti siano anche così belli e portabili (se non fosse per tutto quello che combinano addosso a chi li porta..).  Abiti che si trasformano influenzati dalle condizioni atmosferiche, dall’umore di chi li indossa e chissà da cos’altro..

Io credo che Ying si diverta anche moltissimo con queste sue creazioni. Ciò non toglie che guardandole si abbia la sensazione che il futuro sia davvero a portata di mano.

7 pensieri riguardo “Gli abiti autonomi di Ying Gao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...